Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

MONDO JUNIORES I più e i meno dell'ultimo sabato

A cura di Stefano Gobbi

JUNIORES NAZIONALE – GIRONE H

IL PUNTO - La classifica finale: V.A. Sansepolcro 47; Vis Pesaro 44; Matelica 36; Recanatese 35; Jesina 31; Fermana 29; Civitanovese 26; Castelfidardo 25; S. C. Trestina 18; Città di Castello 14; Ancona e Maceratese 0.
La squadra di Falcinelli vola alle finali nazionali. È l’ennesimo successo di una Società che crede fortemente e costruisce le proprie fortune sui giovani. La V. A. Sansepolcro si ripropone per l’ennesima stagione come tra i migliori settori giovanili della zona centrale italiana. È sicuramente l’esempio della società biturgense a dover essere seguito da tutti nel calcio e non la follia dei ‘sottoquota’ che alimenta altri mercati e non fa crescere il movimento calcistico.
Le altre umbre (Città di Castello e S. C. Trestina) finiscono agli ultimi posti della classifica segno di un calcio umbro in crisi d’identità che va sicuramente incoraggiato a ritrovarsi. Non parliamo più dela Città di Foligno colpe non proprie sono ricadute su ragazzi che hanno avuto la sola colpa di sognare.

JUNIORES REGIONALE A1

SQUADRA COPERTINA – Todi. Dopo tanto penare la squadra di Andrea Fabri ha centrato la vittoria che può dar una concreta svolta alla stagione tuderte. Mancano due partite e in 180 minuti si realizzano i migliori sogni di una vita.

DA RIVEDERE – La FIGC – Cru. Non sospendere i campionati regionali di categoria in occasione del Torneo delle Regioni è provvedimento che ‘condividiamo’ nel senso che proprio la decisione federale ha certificato l’impoverimento di una categoria dove tutti i migliori stanno nelle prime squadre, crescono come possono e poi solo il 13% (come decretò una statistica mai smentita) continuano nel calcio che conta. Dai play-off anche in A1, ai sotto quota nelle prime squadre, ai meccanismi di svolgimento dei campionati stessi sono problematiche che se rivisitate con tutti gli addetti ai lavori, possono contribuire a riportare in auge la categoria, altrimenti è bene prolungare l’età degli allievi e la Juniores la consegniamo al capitolo dei ricordi.

RAGAZZI IN VETRINA – Ciabatta del Castel del Piano. Se il campionato è ancora in bilico lo si deve a questo ragazzo che a un minuto dalla fine segna il gol – vittoria sulla Pontevecchio. Grazie a questo gol gli ultimi 180 minuti saranno appassionanti e vietati ai deboli di cuore.

IL MISTER – Bonifazi della Narnese. La rete di Rossi a Soccorso di Magione porta i rossoblu in salvo. Una stagione si chiude con il raggiungimento dell’obiettivo iniziale. Complimenti al lavoro del tecnico ed ai ragazzi. La Narnese è una delle squadre che ha mostrato anche del buon calcio: il lavoro paga.

JUNIORES REGIONALE A/2 – GIRONE A

SQUADRA COPERTINA – S. Marco Juventina. Il poker rifilato al Madonna del Latte mantiene i perugini in corsa per un posto di prestigio nei play – off. E sabato visita alla capolista in un match tutto da vedere.

DA RIVEDERE – Pontevalleceppi. La sconfitta al 90°contro la Suplizia consegna il quart’ultimo posto proprio ai toscani. Lascaindo ai ponteggi ani la peggiore 14ma posizione. Le posizioni finali di classifica sono importanti per decidere chi giocherà in casa le semifinali play-out.

RAGAZZI IN VETRINA – Paciotti della Trasimeno. Lo avevamo scritto all’indomani del pareggio interno contro la Tiberis: la Trasimeno per rimediare al mezzo passo falso interno deve ottenere un risultato positivo a Casa del Diavolo. Cosa hanno fatto i lacustri? Ci hanno preso alla lettera e sono andati a cogliere i tre punti con la rete di Rossi. La Trasimeno rimane in corsa per un posto di prestigio nei play-off.
Baci della Pievese. È sua la doppietta (e la seconda rete al 90°) con cui la squadra di Città della Pieve supera il S. Sabina. La squadra è tranquilla, salva oramai da tempo, potrebbe mostrare qualche rilassamento più che comprensibile. Invece? La Pievese onora il campionato e non fa sconti a nessuno. La serietà delle squadre giovanili è ancora una volta certificata: si gioca sempre qualsiasi sia il traguardo da raggiungere.

IL MISTER – Massetti della Baldaccio Bruni. Il tecnico dei toscani ha guidato la squadra ad una sicura salvezza ma poi non si è fermato ed ha proseguito verso un traguardo più prestigioso: l’ingresso nei play-off. Complimenti al tecnico ed ai suoi ragazzi. Certi successi li possono capire al 100% solo chi ha lavorato duramente per raggiungerli.

JUNIORES REGIONALE A/2 – GIRONE B

SQUADRA COPERTINA – Amc98. Con tre punti presi alla Subasio non si salva dai play-out ma di sicuro riapre la lotta per il primato del girone

DA RIVEDERE – Subasio. Proprio la prima della classe da le uniche emozioni al campionato. Perdere in casa dell’Amc98 non ci voleva e adesso si gioca tutto in 180 minuti iniziando dal match interno contro l’Orvietana di sabato 22 aprile.

RAGAZZI IN VETRINA – Cucci del Cascia. La sua rete affossa un po’ le speranza della squadra di S. Martino in Campo di trovare la migliore posizione nei play – out. Per i casciani la conferma di ciò che la squadra poteva dare in campionato e che per un cumulo di cattiva sorte (leggi anche terremoto) non ha potuto dare. Il miglior premio alla squadra ed al tecnico lo ha dato tempo addietro il Presidentissimo Mariani quando ha elogiato l’opera dell’allenatore (che ha riconfermato alla guida dei ragazzi pur avendo delle necessità in prima squadra) e l’impegno di ragazzi che vestiranno sicuramente la maglia della formazione maggiore. Il futuro della prima squadra passa anche attraverso la juniores.

IL MISTER – Rocchi del Massa Martana. Manca poco alla matematica retrocessione nei provinciali. Non tutti gli anni si riescono a centrare gli obiettivi desiderati. Quest’anno l’insuccesso è capitato al Massa Martana che proprio ad Orvieto nel pareggio in casa della quarta in classifica ha dimostrato invece di avere nelle corde la capacità di far bene. La solita cattiva sorte c’ha messo del suo per rovinare i piani di un tecnico valido e dei ragazzi volenterosi.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Stefano Gobbi il 10/04/2017
Tempo esecuzione pagina: 1,12945 secondi