Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

VILLABIAGIO, IL TRIPLETE E' REALTA' 3-2 al Troina: scritta la storia

VILLABIAGIO-TROINA 3-2

VILLABIAGIO (4-3-1-2): Kikrri, Nofri, Vergaini, Agostini L. (20'st Pettinelli), Ciurnelli A., Cenerini, Trequattrini, Gramaccia, Porricelli, Tomassini (30'st Cardarelli), Goretti, A disp.: Righi, Bulla, Biviglia, Belli, Sisani. All. Cocciari

TROINA (3-5-2): Lizzoni, Souare, Firicano (35'pt Melillo), Del Col, Marletta, Orlando, De Souza, Tuninetti, Romeo (35'st Bello), Ott Vale (20'st Fernandez Cipolla), Adeyemo. A disp.: Messina, Marullo, Urso Calè, Giambianco. All. Pagana

Arbitro: De Angeli di Milano
Marcatori: 1'pt Vergaini, 3'pt, 20'pt Tomassini, 20'st, 24'st Melillo (T)
Note: espulso al 25'st Ott Vale (T) per doppia ammonizione

FIRENZE - Villabiagio è per davvero nella storia. La squadra di Piero Vicaroni comanda anche a Firenze e manda ko il pur coriaceo e tenace Troina che dopo gli incubi del primo tempo si riorganizza ed offre una ripresa di altro spessore e torna in gara, almeno fino a quando non resta in dieci.

Ma è dominio Villabiagio in questa trasferta toscana con lo stadio 'Gino Bozzi' che ospita l'atto finale della Coppa Italia di Eccellenza.

Marscianesi fulminei e dopo appena 180 secondi sono addirittura già sul 2-0! Il vantaggio al 42' secondo, quando il tiro cross di Vergaini beffa Lizzoni. Al 3' ecco invece Tomassini che sfrutta al meglio il tocco di Porricelli per infilare in rete il pallone del 2-0.

Un avvio così neanche il più ottimista degli ottimisti l'avrebbe sperato e così, da qui in avanti, la squadra di Massimo Cocciari giostra a suo piacimento, tanto che al 20' siamo già al tris con la complicità di un portiere avversario non troppo sul...pezzo: Nofri mette al centro per Tomassini la cui conclusione trova poco attento Lizzoni che peraltro smanaccia la sfera nella propria porta.

Villabiagio padrone e Gramaccia alla mezz'ora prova la via della rete ma senza fortuna.

Poco dopo Pagana corre ai ripari inserendo Melillo e la mossa da subito i suoi frutti, o quasi. Il neo entrato infatti va subito alla conclusione, anche se Kikrri non si commuove, mentre al 40' lo stesso attaccante subentrato lascia partire un bel fendente che colpisce il palo.

Qualche scaramuccia nelle fasi finali della sfida, qualche colpo proibito siciliano non punito, ma la sfida resta sempre saldamente in mano umbra.

La ripresa comincia con Porricelli pericolosamente al tiro direttamente su punizione, ma la mira è sbagliata di pochissimo, ma al 20' ecco il gol avversario e qui Kikrri non è impeccabile, perchè la conclusione di Melillo dalla lunga distanza non la calcola nel modo migliore venendo ingannato dal rimbalzo.

Gara riaperta e poco dopo alla grande dai siciliani che trovano anche la seconda rete: Melillo scatenato, entra in area da posizione defilata e infila Kikrri con un diagonale. Viene da chiedersi come mai sia entrato solo a gara iniziata questo Melillo... mah, meglio così!

A questo punto la gara è completamente (a sorpresa) riaperta. Ott Vale però rimedia il secondo giallo ed è così costretto a lasciare i compagni in dieci. E' l'episodio decisivo perchè da questo momento in poi l'undici avversario non riesce più a pungere, anche perchè nel frattempo Cocciari è corso ai ripari richiamando i suoi e effettuando alcuni cambi strategici.

Dopo ben 6 minuti di recupero ecco l'attesissimo triplice fischio a sancire l'impresa del Villabiagio: quest'anno ha vinto tutto!!!

A consegnare il trofeo nelle mani del capitano della formazione siciliana il presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia:
“E' stata una bella giornata di sport onorata da due squadre che si sono affrontate a viso aperto con grande agonismo e lealtà. Faccio i complimenti ad entrambi i club a cui auguro di raggiungere altri importanti traguardi come questo. Dopo aver premiato tutte le categorie dei Tornei delle Regioni di C11 e C5 ho voluto consegnare anche questa coppa perché queste squadre rappresentano l’eccellenza di quel territorio da cui provengo ed a cui la Lega Nazionale Dilettanti deve sempre dimostrare massima attenzione e vicinanza”.

Mister Massimo Cocciari è l’espressione della serenità anche dopo un successo storico:
”Questa vittoria ci ripaga di tutto il lavoro di quest’anno. I ragazzi sono sempre rimasti concentrati, hanno dimostrato una maturità esemplare. Abbiamo affrontato al meglio questa finale, ci siamo complicati la vita nel secondo tempo ma abbiamo mantenuto i nervi saldi. Questa Coppa ce la meritiamo tutta”.

L’allenatore del Troina Giuseppe Pagana elogia lo spirito combattivo dei suoi:
”Il calcio è strano, prepari una gara per tre settimane e poi dopo un minuto vai sotto. Abbiamo pagato caro alcune disattenzioni ma ai miei ragazzi non posso rimproverare nulla. Nel secondo tempo hanno dato tutto e forse qualcosa di più riaprendo una gara virtualmente chiusa. Abbiamo dimostrato di che pasta siamo fatti, non è bastato ma ci abbiamo provato fino alla fine”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Sentiti il 03/05/2017
Tempo esecuzione pagina: 0,64849 secondi