Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE

VICARONI FELICE E...POLEMICO "Super gruppo, ma è facile parlare ora!"

Stefano Bagliani
VILLANOVA DI MARSCIANO - E' un Piero Vicaroni (nella foto) in grande forma quello che abbiamo intervistato nel pomeriggio di ieri. Il suo Villabiagio è in vetta alla graduatoria del girone D di serie D, anche un po' a sorpresa se vogliamo visto che sta facendo strabilie nonostante le numerose assenze di rilievo cui deve far fronte Massimo Cocciari, ma sta sulla vetta meritatamente e se consideriamo che l'unica caduta è stata causata da quella nefasta prestazione arbitrale in quel di Montevarchi chissà dove potevano stare ora Brunori e compagni!

"Sinceramente siamo lì forse un po' per caso - commenta Vicaroni -, visto che in questo periodo abbiamo dovuto fronteggiare tanti infortuni, ma nonostante tutte queste assenze stiamo facendo davvero molto bene, abbiamo puntato sui giovani e siamo contenti di averli scoperti sul campo. Poi c'è Cocciari, un mister che fa la differenza, è una guida davvero importante, competente su tutti i fronti, non si è mai lamentato nonostante gli infortuni."

A proposito di Cocciari: partendo dall'inizio...
"Io lo conoscevo dai tempi in cui giocavamo insieme - sottolinea il patron rossoblù - c'eravamo un po' persi di vista ma sapevo che non era come veniva dipinto in giro. Sono molto contento anche per lui che i risultati stiano arrivando, anche lui si toglie qualche sassolino..."

Mi piace congratularmi per l'ennesima volta con il Villabiagio perchè ha avuto la brillante idea di puntare esclusivamente su ragazzi umbri.
"Grazie Stefano, ma non è che quest'estate erano rose e fiori. Di noi si parla bene solo ora, nessuno si è espresso positivamente su di noi, adesso dicono tutti che lotteremo fino a fine. Facile parlare ora, però avrei preferito che i grandi intenditori si fossero espressi così anche prima, quando abbiamo deciso di puntare su ragazzi della regione e per questo l'Umbria doveva già andarne orgogliosa in tempi non sospetti".

L'esperienza della 'prima volta' è servita tremendamente?
"Assolutamente si, siamo partiti con un progetto ed un atteggiamento diverso, cercando di fare meno errori possibili, pescando appunto in Umbria, posso solo ringraziare umanamente tutti i ragazzi che si stanno sbattendo per la maglia. L'unico neo resta la sconfitta in Coppa di Rieti. In quel frangente mi sono fatto sentire dallo spogliatoio, sottolineando che non volevo vedere atteggiamenti del genere. Ora sono molto contento delle prestazioni che stiamo facendo, del resto se vinci hai la mente libera, spensierata e rendi di più e poi noi pressione non gliela diamo. Il nostro obiettivo resta una tranquilla salvezza..."

Ma questo Villabiagio primo della classe non è che porta Vicaroni a fare un pensierino alla Lega Pro?
"Assolutamte no, tutti sanno che il nostro obiettivo è quello di salvarci, la Lega Pro per il Villabiagio sarebbe fuori da ogni logica".

Come ti spieghi questo straordinario Brunori ancora in serie D?
"Io sinceramente - ribatte pronto Vicaroni - non mi spiego Brunori in Eccellenza! Lui si era già accordato con il Petrignano e dunque era rimasto in Eccellenza, perchè nessun altro aveva puntato su di lui. A tal proposito, permettimi di ringraziare la società Petrignano che quest'estate ci ha permesso di portare Brunori con noi a fare la serie D, grande società".

A proposito di grandi società, domenica al 'Vestrelli' arriva il Rimini, club di blasone per queste categorie!
"E' un girone in cui praticamente tutte le domeniche affrontiamo squadre di livello e di blasone. Anche il Rimini è una di quelle costruita per far bene, come del resto Imolese, Lentigione, Forlì, Fiorenzuola. Noi siamo davvero orgogliosi di incontrare squadre del genere, ce la metteremo tutta con la nostra grande umiltà, che è forse la vera arma in più!"

Print Friendly and PDF
  Scritto da Stefano Bagliani il 10/10/2017
Tempo esecuzione pagina: 0,79639 secondi