Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE

CACCIAMANO VERSO IL RECORD PERSONALE: "TUTTO PER LA PIEVESE"

Emanuele Lombardini

CITTA' DELLA PIEVE - A volte ritornano. Anche se a dire il vero Lorenzo Cacciamano (nella foto), dalla classifica dei bomber (202 gol in carriera) non se n'è mai davvero andato. La tripletta messa a segno domenica, tuttavia, lo ha rilanciato prepotentemente.

Cacciamano, 11 gol in 9 partite. Era da un pò che non partiva così bene...

"Mi ero imposto di migliorare la mia media. Ma del resto l'anno scorso, il ritorno in Promozione non era stato positivo per noi. Ora metto nel mirino i 24 gol segnati con questa maglia sempre in questo campionato, poi vedremo anche di puntare a i 31, quando in Prima Categoria vinsi la Scarpa d'oro..."

Per lei una carriera nel segno della Pievese...

"Sono nativo di Monteleone d'Orvieto, ma ho questi colori nella pelle: del resto sono distante solo 5 chilometri da casa mia, qui ho fatto tutta la trafila dal settore giovanile. Sono andato via solo tre anni, due al Ponte della Pietra ed uno a Tavernelle, ma in quegli anni ho fatto appena 19 gol. Evidentemente il mio habitat naturale è questo qui".

Una partenza difficile, per la formazione di Abenante, ma ora le cose vanno meglio...

"Per come era andata l'anno scorso stiamo viaggiando alla grande, al terzo posto con la vetta vicinissima. L'anno passato avevamo avuto più di un problema, quest'anno abbiamo lavorato alla grande in estate rinforzando la squadra con gente come Dongarrà, Massarelli e tanti altri. Ora abbiamo un organico in grado di giocarsela con tutte alla pari".

Anche perchè il campionato dice che non c'è una vera regina...

"Infatti. Penso che alla lunga, se riusciremo a stare nelle zone alte, potremo dire anche noi la nostra. Ma bisogna tenere sempre desta la concentrazione".

Print Friendly and PDF
  Scritto da Emanuele Lombardini il 08/11/2017
Tempo esecuzione pagina: 0,81106 secondi