Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE

ATTIGLIANESE, SANTORI CARICO: "CE LA GIOCHIAMO CON TUTTE"

Emanuele Lombardini

ATTIGLIANO - Nel girone D di Seconda Categoria dietro alle due big della Rupe, Orvieto FC e Ciconia, si affaccia una realtà nobile ma in continua trasformazione, la Nuova Attiglianese del tecnico Alfonso Santori (nella foto).

Una nobile dietro a due big: a 90' dalla fine dell'andata tracciamo un bilancio...

"Direi più che positivo, anche perchè questo è girone difficile, equilibrato. Noi non abbiamo certo i mezzi delle squadre che sono in testa però stiamo dimostrando che a parte qualche partita, ce la stiamo giocando con tutte e chissà che alla fine non potremo dire la nostra in chiave playoff".

Attigliano ed il calcio: un legame stretto ma che da qualche anno vede la squadra fermarsi e ripartire costantemente. Come mai?

"Purtroppo dopo la scomparsa del nostro presidente Tonino Mioni, abbiamo attraversato un periodo difficile. Questo nuovo progetto è nato due anni fa e secondo me stiamo bruciando le tappe, perchè siamo ripartiti grazie ad alcuni giovani del posto e a tanti ragazzi di questo paese. Penso che possiamo toglierci buone soddisfazioni, in prospettiva sicuramente".

Dunque quali sono le ambizioni?

"Fare bene, mantenere questa realtà e farla crescere ancora con l'ausilio dei ragazzi del posto. Almeno questo è il progetto che ho trovato due anni fa quando sono arrivato dopo le mie passate esperienze nei campionati laziali (sono viterbese di origine). Le premesse sono buone, i risultati dimostrano che stiamo lavorando bene"

Grande entusiasmo quindi, ma la Seconda Categoria è un torneo dove non si retrocede. Non c'è il rischio che una volta spente le ambizioni della classifica, finisca anche l'entusiasmo?

"Personalmente spero di no, lavoriamo molto su questo. Ma credo che se giochiamo come stiamo facendo, avremo sempre un obiettivo per cui lottare".

Print Friendly and PDF
  Scritto da Emanuele Lombardini il 15/12/2017
Tempo esecuzione pagina: 0,87082 secondi