Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE

PARLA IL CAMPIONE GRILLI: "Il primato frutto di grinta e tenacia"

Emanuele Lombardini

BASTIA - Luca Grilli (nella foto) si gode il primato del suo Bastia. I biancorossi completano la scalata e tengono fede ai pronostici estivi che la volevano fra le sicure protagoniste, se non la principale favorita.

Grilli, tutto secondo i piani?

"Chi lo dice? Noi eravamo indicati come una delle squadre protagoniste possibili in questa stagione ma nessuno ha detto che a metà stagione saremmo stati al comando. Infatti si sono alternate diverse formazioni. Però sicuramente volevamo essere nelle zone altissime e lo siamo sempre stati".

Una rimonta ottenuta con la tenacia e con la grinta, oltrechè con la valorizzazione di molti giocatori:

"In una stagione come questa, tirata e combattuta, era ed è fondamentale dare sempre il massimo. Dico che abbiamo dimostrato di meritarci le nostre vittorie: l'unica volta dove forse abbiamo avuto un pò di fortuna è stata contro la Subasio dove abbiamo vinto all'ultimo tuffo, ma molte volte abbiamo rimontato, altre volte abbiamo centrato vittorie larghe".

E poi ci sono i tanti giovani: Muzhani 2000, Rosignoli 2000, Meschini 2001, solo per citarne alcuni...

"Il settore giovanile è un orgoglio di questa società, come anche il fatto che a parte Lillacci, tutti i nostri giovani vengono dal nostro vivaio. Quando hai ragazzi di talento devi solo capire quando è il tempo giusto per buttarli nella mischia. Se posso prendermi un piccolo merito da parte mia è quello di aver fatto le scelte giuste in questo senso. Muzhani, per esempio, siamo stati bravi a non bruciarlo, dandogli tempo di crescere col gruppo e ora è un nostro punto di forza".

Print Friendly and PDF
  Scritto da Emanuele Lombardini il 31/12/2017
Tempo esecuzione pagina: 0,79425 secondi