Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE

BARONTINI LANCIA IL SELCI: "Adesso però dobbiamo confermarci"

Emanuele Lombardini

SELCI - Il capolavoro di Federico Barontini (nella foto) dopo il girone di andata: Selci Nardi primo con 35 (record di tutta la Prima Categoria), +4 sul Padule San Marco, +5 sulla Virtus San Giustino e sul San Lorenzo Lerchi.

Barontini, se l'aspettava?

"Diciamo che l'idea di essere lì nelle zone altissime c'era dall'inizio. Ovviamente chiudere in testa ci fa molto piacere: merito nostro e anche con un pizzico di fortuna visto che abbiamo stfruttato i passi falsi della altre formazioni. Però credo che la classifica rispecchi quello che alla vigilia si pensava: le più forti sono tutte lì, se vogliamo manca il Cerqueto che pensavo potesse essere del gruppo".

Dopo 15 giornate  si conferma quello che si pensava alla vigilia e cioè che questo è un campionato di altissimo livello, quasi una Promozione...

"Ci sono giocatori che davvero non meritano questa categoria, basta guardare le rose e si sapeva dalla vigilia che saremmo andati incontro ad un campionato di grande spessore tecnico, ma onestamente non pensavo così tanto alto. Anche per questo credo che dobbiamo essere contenti di quello che abbiamo fatto ma anche che sia necessario tenere alta la guardia".

C'è da dire che è stata una fine d'anno di livello per il Selci anche fuori dal campo: avevamo riferito su queste colonne dell'impegno solidale del club per il progetto di 'Mamma Coraggio' Silvana Benigno, formalizzato durante la cena natalizia. Subito dopo l'ultima di campionato poi, il calciatore selciarino Stefano Socali si è  laureato in scienze motorie discutendo la tesi "l'allenatore moderno e la tecnologia applicata nel calcio", in cui spiegato lo sviluppo dell'allenatore dalla nascita del calcio nel 1850 fino ad oggi, con caratteristiche che lo hanno reso una figura fondamentale.

Adesso però si torna in campo, dopo una lunga sosta...

"Questo un pò mi spaventa perchè venti giorni senza giocare sono tanti, soprattutto per chi è in testa e stava attraversando un bel momento. Penso che chi avrà lavorato meglio in questo periodo partirà senz'altro avvantaggiato".

Nel frattempo, una delle vostre avversarie, il Lerchi, ha cambiato tecnico..

"Non entro nel merito delle scelte ma è chiaro che questa sarà una variante importante anche per gli avversari, fra cui noi. Ci attende un girone di ritorno durissimo, perchè credo che anche le squadre in lotta per la salvezza alzeranno ancora di più il tasso tecnico ed agonistico. Bisognerà stare concentrati sino alla fine e non sbagliare niente".

Print Friendly and PDF
  Scritto da Emanuele Lombardini il 02/01/2018
Tempo esecuzione pagina: 0,80787 secondi