Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE

SANTI, L'INFORTUNIO E LA SOLIDARIETA': "Tornerò presto"

Emanuele Lombardini

SANT'ANATOLIA DI NARCO - Uno scontro di gioco, un salto di testa finito male. Michele Santi (nella foto), capitano della 4 Castelli Valnerina, nella sfida contro il Guardea ci ha 'rimesso' il naso e lo zigomo: "E' stato purtroppo uno scontro, involontario e doloroso - racconta - il difensore è saltato con la gamba e ha centrato il mio volto. Chiaramente non l'ha fatto apposta, è stata sfortuna".

E' stato operato già martedì mattina all'ospedale Santa Maria di Terni, nella clinica maxillofacciale ed ora ha cominciato la riabilitazione.

"Sto meglio, fosse per me tornerei già in campo con una mascherina, ma il medico ha detto che vuole aspettare di vedere come procede il recupero nella parte mandibolare. La microfrattura allo zigomo invece non necessita di intervento".

Il lato più bello di questa spiacevole situazione è stata la corsa alla solidarietà e agli auguri che le varie società hanno messo in atto sui nostri social. Prima fra tutte, proprio il Guardea, la società che è stata involontaria protagonista della vicenda:

"Ringrazio tutti - dice Santi - è stato molto bello vedere questa solidarietà nei miei confronti, è un bel lato del calcio. Ora voglio pensare solo al recupero e tornare in campo presto".

Anche la redazione di Settecalcio si aspetta di vedere presto Michele in campo; redazione che ha constatato con grande gioia la splendida funzione del gruppo whattsapp, creato in primis per i vari aggiornamenti delle partite, ma che stavolta ha partecipato con affetto e trasporto alla vicenda. E' questo il bello del calcio e ci piace sottolinearlo.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Emanuele Lombardini il 12/01/2018
Tempo esecuzione pagina: 0,74030 secondi