Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE DIRETTA

LA SFIDA DEL MONTECASTELLO VIBIO: "Faremo bene, Cruccolo top player!"

Emanuele Lombardini

MONTECASTELLO DI VIBIO - Un piccolo paese nel Medio Tevere, famoso in Italia per il teatro più piccolo del mondo (il Teatro della Concordia) ma che ora cercherà di guadagnarsi anche uno spazio nel calcio regionale che conta.

La prima volta del Montecastello Vibio in Promozione è circondata di grande interesse per un progetto che il presidente Joselito Palombi (nella foto) e il suo team inseguivano da tempo:

"Ci lavoravamo da diverso tempo e ci siamo sempre andati vicino e adesso avere la possibilità di confrontarci con realtà importanti in questo campionato, come per esempio la Nestor, ci riempe d'orgoglio. Montecastello di Vibio è pronta e noi anche".

La prima volta in Promozione, contro squadre di blasone. C'è qualcosa che vi spaventa?

"Spaventarci no, anche perchè come dicevo abbiamo atteso questo momento per lungo tempo. Noi siamo una matricola e dobbiamo pensare a quello, non possiamo certo fare la corsa sul Petrignano o sulla Nestor - per citare due squadre che saranno sicuramente nel nostro girone - che hanno rose di primo livello.  Lavoriamo a fari spenti, ma non senza ambizione ed entusiasmo".

Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Però qualche colpo importante l'avete messo a segno...

"Vogliamo fare le cose per bene, come abbiamo sempre fatto. Dario Ceccarelli è giovane, ma ha già dalla sua 90 partite fra Eccellenza e Promozione; Tavoloni è un giocatore di spessore e per lui parla la carriera: Zucconi ha qualche anno, ma l'esperienza giusta per un gruppo che si avvicina per la prima volta a questo campionato. Ma il nostro top player è un altro..."

Sarebbe?

"Vito Cruccolo, ovviamente. L'ho voluto fortemente per questa esperienza, perchè in panchina serve uno come lui. Ha accettato perchè conosce bene come lavoriamo e conosce bene anche la mia famiglia. Sarà quello che ci consentirà il salto di qualità. E per lui sarà il rilancio".

Print Friendly and PDF
  Scritto da Emanuele Lombardini il 30/07/2018
Tempo esecuzione pagina: 0,89429 secondi