Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE DIRETTA

GUALDO CASACASTALDA, VISTA SUL BIGMATCH Bazzucchi carica e... spiega

Carmine D'Argenio
GUALDO CASACASTALDA – Tanti motivi per far festa in casa Gualdo Casacastalda, ma anche tanti altri per stare concentrantissimi e sul pezzo. Dopo il colpo Amc98 c'è infatti in avvicinamento il super big match contro la capolista Nestor, la partita delle partite in questo entusiasmante girone B di Promozione.

Mister, domenica prossima big-match con la Nestor!
"Partita importante perché può farci balzare in testa - spiega Lorenzo Bazzucchi (nella foto) -, ma non bisogna caricarla di inutili tensioni. Tra l'altro alla 12' giornata non è neanche decisiva. Anche tutte le altre che ci seguono entrambe in classifica, possono ancora giocare per qualsiasi posizione in un girone molto equilibrato."

Ci arrivate dopo il gran colpo in casa Amc98, la Nestor invece non ha superato lo scoglio Montefranco.
"Ci può stare una domenica in cui alcuni giocatori sono più carichi di altri. Dove un arbitro è più in forma. Lungo la strada i punti si prendono e si lasciano. A noi è successo con il Pila. Speriamo a loro succeda con noi domenica. Battute a parte, crediamo di poterla preparare al meglio, visto che la Coppa ci ha restituito qualche acciaccato, ma siamo riusciti lo stesso ad arrivare fino alla vittoria di domenica scorsa con l'organizzata Amc98. Ora siamo in fase di recupero. Per poi dar vita a questo bell'incontro."

Continuerà ad impiegare Dragoni part time?

Free Image Hosting at FunkyIMG.com
"Chi dall'esterno vede le sue giocate, può ritenerci matti ad adoperarlo così. Ma io alleno questa squadra da due anni. So per come possano rendermi ogni singolo giocatore. Devo salvaguardare le dinamiche dei movimenti complessivi di squadra. Non possiamo prescindere da due-tre giocatori dall'impatto determinante. Ma neanche dai ritmi e tempi dettati da Fornetti. Piuttosto che Nuti, Petrini, Passeri e Bellucci. Questi non solo ci attaccano gli spazi li davanti, ma difendono anche molto bene palla e campo. Il calcio dobbiamo prenderlo per quel che è: un gioco, ma fatto di equilibri."

Il Campitello potrà approfittarne in qualche modo?
"Il Campitello resta in corsa a prescindere dal risultato di domenica. È una squadra che a me ha impressionato contro di noi nonostante il tutto sommato bugiardo 5 a 1. È organizzato, ma così come ne sono tante nel nostro girone. Penso anche ad una che è più dietro come il Viole, sempre ben messo e coriaceo. Noi squadre li davanti poi dobbiamo vincere le resistenze di chi ci aspetta bassi per poi metterci in difficoltà. Come accaduto a noi con il Petrignano."

Dall'altro lato chi sarà determinate?
"Determinante nessuno, perché comunque andrà ci saranno altre 18 partite. Ma grazie ai due attacchi anche con i fratelli Sisani, sicuramente non ci annoieremo".

Print Friendly and PDF
  Scritto da Carmine D'Argenio il 22/11/2018
Tempo esecuzione pagina: 0,06285 secondi