Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE DIRETTA

VETRINA JUNIORES - I più e meno della categoria (04-12-2018)

Rubrica a cura di Stefano Gobbi

Se avete notizie particolari o volete segnalare fatti importanti capitati sui campi della juniores nazionale o regionale sia A/1 che A/2, potete scrivere a info@settecalcio.it

JUNIORES NAZIONALE – GIRONE G

Giornata da dimenticare l’undicesima del girone di andata. Il Bastia ne prende 6 in casa dall’Aquila Montevarchi primo della classe. Non va meglio al Trestina che perde tra le mura amiche per 1-4 contro la terza in classifica.
Va meglio al Cannara che pareggia a Sangiminiano. Risultato buono? Fate voi: il Cannara è terz’ultimo mentre il Sangiminiano penultimo.
Commenti? Nessuno

JUNIORES REGIONALE A1

SQUADRA COPERTINA – Ventinella. Il gol di Riganelli è un’iniezione di fiducia nel campionato dei ragazzi di Alessandro Bestiacci. Tre punti contro una diretta concorrente valgono doppio. La salvezza diretta è ancora lontana e sabato c’è la Ducato.

DA RIVEDERE – Anche questa settimana la vetrina negativa è per la squadra di Lucio Moretti. La partita casalinga contro la Pontevecchio non doveva vederla sconfitta ed invece i rossoverdi si sono imposti per 4-2. I play-out attualmente sono pienamente meritati ma c’è il tempo per migliorare: basta crederci magari fin da sabato prossimo in casa del Fontanelle.

RAGAZZI IN VETRINA – Alessandro Romanini classe 2002 e Nicolò Sugoni classe 2000 dell’Olympia Thyrus S. Valentino. Il primo conferma il bene che si dice su di lui, parando un rigore decisivo a 5 minuti dalla fine della gara con la sua squadra in vantaggio per 1-0 a S. Giacomo di Spoleto.
Il secondo già in evidenza nella passata stagione conferma di avere qualità per poter giocare nel calcio dei grandi. Buona tecnica, e discreta valenza fisica.
Dei due ragazzi sentiremo parlare e forse proprio loro sono la conferma dell’inutilità della regola dei sotto-quota. I giocatori che valgono giocano in prima squadra o nelle juniores sempre, comunque e a prescindere e senza alimentare il mercato dei giovani visto negli ultimi anni. Basta rivitalizzare una categoria (la Juniores) che da sola può dare spazio ai futuri campioni.

IL MISTERFabrizio Bonifazi (nella foto) della Narnese. Le sue squadre non sono nuove a campionati di vertice. Il motivo è facile: sapiente opera di ricerca e costruzione dei giovani promettenti e lavoro quotidiano (e certosino) di un tecnico capace. Le partite dei giovani spesso sfuggono ai più semplici pronostici ma per chi ci sa fare il tè caldo dell’intervallo è l’occasione, semmai va male qualcosa, di ripetere la lezione tattica della partita. Risultato? La Narnese nell’ultimo turno sblocca il risultato dopo 120 secondi dall’inizio del secondo tempo. Il 2-0 al 20’ e il 3-0 al 47’. Il merito? Dei ragazzi, ovvio, bravi non solo a segnare ma a mettere in pratica i suggerimenti del proprio allenatore nell’intervallo e scusate se non è poco.

Free Image Hosting at FunkyIMG.com

JUNIORES REGIONALE A/2 – GIRONE A

SQUADRA COPERTINA – Cerbara. I gol di Poeti e Dottorini permettono ai tifernati di lasciare il fanale dell’ultima posizione in riva al Lago. Poche roba direte voi ma evitare l’ultima posizione permette alla fine della stagione di avere maggiori chance per confermare la Categoria.

DA RIVEDERE – S. Sabina. I play-off sono lì ad una lunghezza e sabato prossimo c’è la Virtus Sangiustino. Partita non facile ma basta crederci e giocare fino al 90° per conquistare punti importanti

RAGAZZI IN VETRINA – Mantini del Lama. Col suo gol il Sansepolcro perde l’occasione di scavalcare la squadra di casa. I lamarini si confermano così in vetta e, anzi, provano una piccola fuga. Tutto per un gol.
Tarparelli della Pievese. La squadra di Lugoli con la vittoria sul S. Sabina lascia sul posto la Tiberis e si porta fuori dai play-out. Complimenti
Cipriani del Tavernelle. La sua rete porta 3 punti che valgono doppio alla sua squadra. Adesso i play-out sono a 5 lunghezze.

IL MISTER – Stefano Poggini della V. S. Giustino. Una partita che finisce 4-4 fa arricciare il naso ai puristi del calcio. A noi piacciono i momenti in cui le squadre lasciano gli schemi tattici e lanciano il cuore oltre l’ostacolo. Così sabato scorso la Virtus in svantaggio 3-0 segue gli incitamenti del proprio tecnico, ribalta il risultato ed è raggiunta dalla Tiferno sul 4-4 a 2 minuti dal termine.

JUNIORES REGIONALE A/2 – GIRONE B

SQUADRA COPERTINA – Clitunno. La squadra di Davide Placidi gioca bene ma fa fatica a concretizzare le occasioni che crea. La sfortuna aveva portato la squadra a sconfitte inopinate ed ora, però, sono bastate due reti (sabato in casa con l’Orvietana di Magnini) e in casa dell’Angelana (D’Angelo) per portare a +6 il vantaggio sui play-out. È un vantaggio che permette di giocare la prossima partita con la Nestor con maggiore tranquillità.

DA RIVEDERE – Terni Est. Con un recupero da disputare (a Sangemini) la sconfitta di sabato scorso in casa contro il Massa Martana cancella i sogni di gloria. Il primo posto è svanito. Rimangono le due espulsioni subite. Peccato. Probabilmente qualcosa che non conosciamo è girato per il verso sbagliato ma a calcio una cosa è vera, si gioca meglio in 11 che in inferiorità numerica.

RAGAZZI IN VETRINA – Gasparri della Julia Spello Torre. Le squadre forti hanno dalla loro anche quel pizzico di fortuna che nelle partite complicate, rendono preziose alcune decisioni tipo, sabato scorso, quella del tecnico Massimo Nardi di far entrare il ragazzo al posto di Bagatti. Il ragazzo ringrazia la fiducia del proprio allenatore segnando il gol da 3 punti che permette alla Julia di mantenersi nella scia di Nestor e Todi.

IL MISTER – Gianfranco Ciccone dell’Orvietana. La sconfitta di Campello non era stata ben digerita sotto la Rupe ma la reazione dei biancorossi è stata impeccabile. Sei gol allo Spoleto e l’Orvietana ritorna protagonista nelle zone alte. Bravo il tecnico a preparare al meglio i suoi ragazzi.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Stefano Gobbi il 04/12/2018
Tempo esecuzione pagina: 0,89265 secondi