Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE DIRETTA

SPOLETO E I GIOVANI - Rosati verso la consacrazione: "Vinciamo"

Alla scoperta dei giovani talenti dell'Umbria. Uno di questi è senz'altro Alessio Rosati (nella foto fornita dalla società), difensore ex Ellera classe 2000 arrivato a Spoleto nel corso di questa estate di mercato. Ecco le prime parole dopo le prime settimane in biancorosso.

Rosati, terzino sinistro per lo Spoleto, ha iniziato a giocare a calcio quando aveva 6 anni. Il passato calcistico del papà nella squadra del Perugia, in serie C e un anno anche in serie B, ha inevitabilmente appassionato ancor di più Alessio. Sono già due anni che milita in Eccellenza, dopo l’esperienza dello scorso anno con l’Ellera.

Le piace giocare a calcio, perché?
“ Mi fa stare bene con me stesso. Sicuramente la passione di mio padre per il calcio è diventata la mia. Molto spesso è negli spalti a tifare. Mi piacerebbe fare come lui o addirittura avere una carriera migliore”.

Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Che impressione ha avuto delle prime due partite di campionato?
“ Il gruppo c’è. Mister Gagliarducci ha dato subito un’impronta di gioco e la giusta grinta agonistica che dobbiamo tenere. Da noi chiede tanto spirito di sacrificio e l’unione da vero team. Nella prima partita contro la Nestor l’emozione c’era ma fortunatamente sono riuscito a gestirla. Considerando che eravamo un gruppo assolutamente nuovo, non aver subito reti è stato già un risultato importante. Nel secondo confronto, invece, aver superato il Castel Del Piano per 2-1 ci ha dato ancor più grinta”.

Domenica prossima affronterete l’Angelana 1930, che idea si è fatta di questa squadra?
“ Anche se in Coppa Italia Eccellenza 2019/2020 l’abbiamo superata per 2-1, rimane una squadra forte. Non dobbiamo sottovalutarla perché ha elementi molto validi, come per esempio l’attaccante Pietro Morlandi”.

Calcio a parte, come impegna la sua giornata?
“ In questo momento mi dedico totalmente al calcio, la passione fortunatamente si è tramutata in lavoro. Nel tempo libero mi piace andare al cinema per vedere film d’azione e praticare il nuoto. Se non mi fossi dedicato al calcio avrei sicuramente provato con la pallavolo”.

Cosa si aspetta da questo anno calcistico?
“Vincere il campionato perché le possibilità ci sono e la squadra c’è”.

SCARICA LA NOSTRA APP

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione il 21/09/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,07223 secondi