Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE DIRETTA

FRANCESCO IACCARINO SI PRESENTA: "La mia Orvietana sarà così!"

STEFANO BAGLIANI
ORVIETO - Oggi abbiamo intervistato Francesco Iaccarino (nella foto), il neo direttore sportivo dell'Orvietana ed è stato particolarmente piacevole conoscerne le idee, gli intendimenti, il modus operandi.

Francesco, finora ti sei sempre disimpegnato nel Lazio...
"Si però ormai mi sono trasferito a Orvieto da due anni, i miei due figli giocano nell'Orvietana. L'anno scorso già ho dato una mano a Riccardo Pellegrino, ora il presidente mi ha dato questo incarico e ne sono orgoglioso. Devo sottolineare che lavorare con Riccardo Pellegrino è stato davvero un onore, ho imparato moltissimo da lui!"

Prima avevi accennato a 'microfoni spenti' che la realtà umbra è molto diversa da quella laziale, in cosa specificatamente?
"Sono diverse, preferisco l'Umbria per il mio modo di vedere, nel Lazio a volte c'è troppa tensione agonistica. Ti racconto un episodio: quando decidemmo di partire dalla Terza categoria sulle ceneri della Romulea, andammo a Rocca Santo Stefano, a nord est di Roma, il campo sportivo in una valle ed al 27'st vincevamo 1-0. Da sopra, dove erano parcheggiate la macchine, accesero una motosega e a gran voce dissero: 'a Colle Oppio, sarà il caso de pareggialla sta partita?', poi alla fine l'abbiamo vinta, ma il clima..."

A livello tecnico invece?
"Anche qui ci sono delle differenze evidenti. L'anno scorso ho visto l'Orvietana ed alcune avversarie, qui ci sono giocatori più tecnici e meno agonismo, tatticamente in Umbria il livello è molto alto, molte squadre sono preparate benissimo".

Conosci dunque la rosa dell'Orvietana.
"Si ho avuto modo di conoscerla, chiaro che poi ogni diesse ha le proprie passioni, però è una rosa molto forte, sto cercando di confermare i ragazzi che hanno dato l'ok per proseguire questo progetto e anche di valorizzare il lavoro del settore giovanile. Il gruppo dei 2002 è fortissimo, già possiamo attingerci".

Free Image Hosting at FunkyIMG.com

E' una rosa da rivoluzionare oppure...
"No assolutamente, vanno innestati i giocatori giusti, le rivoluzioni non servono. Invece stiamo riportando a casa giocatori di valore assoluto che erano in giro in prestito, vorremmo ritrovare quello spirito di unione di intenti e giocare un buon calcio, propositivo, brillante. Tutti ingredienti che ci devono servire per far crescere un progetto che deve essere almeno triennale".

Con Ciccone come sono stati i primi confronti dal punto di vista tecnico?
"Beh Gianfranco tecnicamente è preparatissimo, posso solo imparare da lui, da calciatore ha fatto una grande carriera. C'è un confronto quotidiano, si buttano giù idee, ottimo impatto, siamo entrambe persone dirette, mi piace questo".

Dopo Schiavon, aspettiamo il secondo colpo: si parla di Lorenzo Regis...
"Si esatto - conferma il diesse - domani sarà ad Orvieto per le firme e foto di rito. Cerchiano giocatori non solo forti tecnicamente ma anche con un carattere forte, da leader".

Il terzo invece...
"Vorrei fare un regalo di ingresso per gli orvietani... magari sarà il quarto, ma lo voglio fare".

Chiudiamo così: tarda ad arrivare l'ok da parte della Figc alle proposte dei vari comitati, come mai secondo te?
"Credo che la reale problematica attuale sia quella relativa ai possibili ricorsi, capisco anche un po' questa empasse, spero che a breve ci sia chiarezza perchè occorre poter sapere quando si riprende, come si riprende e tanto altro ancora".

Tutte le trattative delle Umbre di serie D
Tutte le trattative delle squadre di Eccellenza
Tutte le trattative delle squadre di Promozione
Tutte le trattative della Prima categoria
Tutte le trattative della Seconda categoria
 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Stefano Bagliani il 30/06/2020
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,12271 secondi