Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE DIRETTA

CALCIO A 5 - Racanicchi e Real Fabrica, tra B, giovani e U17

E’ molto probabilmente uno dei giocatori più importanti a livello nazionale della nostra regione, lo dimostrano le sue esperienze con la Nazionale Under 21 allenata da Raul Albani (nazionale di cui è stato anche capitano), un giocatore che ha saputo calarsi in C1, per amore del proprio paese, Calvi, così come in serie A, un ragazzo serio e affidabile, che ha portato in Umbria anche uno scudetto Under 21 con il Terni calcio a 5 nel 2009-2010, e una Supercoppa nell’anno successivo, prima dei tre importantissimi anni vissuti da protagonista a Modugno.

L’identikit è di Edoardo Racanicchi (nelle foto di copertina, tratte da Instagram), che in questi giorni ha rinnovato il suo contratto con la squadra romana del Real Fabrica, nel quale avrà per il secondo anno, non solo il ruolo di giocatore ma anche quello di Responsabile del Settore giovanile.
“Partiamo dallo scorso anno – racconta Racanicchi – con il Real Fabrica abbiamo fatto un bel campionato, è vero che abbiamo iniziato malissimo, ma piano piano ci siamo ripresi e abbiamo chiuso al terzo posto. Con la ciliegina sulla torta che è stata la vittoria della Coppa Italia regionale, bellissima per quanto inaspettata. Quindi se dovessi trarre un bilancio finale direi stagione molto positiva, che ci ha regalato anche questa promozione in serie B, dove credo che riusciremo a salvarci, la squadra che la società sta allestendo sarà sicuramente all’altezza dell’obiettivo”.

Ma la stagione di Edoardo com’è stata?
“Penso di essere andato bene, ho messo a segno 34 reti tra campionato e coppa e sono molto soddisfatto di essermi guadagnato questa riconferma”.

Il momento Covid come l’hai vissuto?
“E’ stato sicuramente molto duro per tutti, e difficile da affrontare e accettare. Abbiamo cercato di vedere la speranza e trovare i lati positivi, anche se pochissimi, per guardare avanti con fiducia e speranza. Ora per gli atleti sarà molto dura anche la ripresa dopo tanti mesi, bisognerà fare un lavoro molto graduale e mirato”.

Per il secondo anno, il Real Fabrica ti ha affidato il ruolo di Responsabile del Settore giovanile, con una novità in più…
“E di questo sono molto contento e onorato, e dalla prossima stagione guiderò anche l’Under 17, mettere tutto insieme è molto complesso, ma senza dubbio molto stimolante. Abbiamo tanti bambini e quindi una grande responsabilità, l’obiettivo principale è far divertire i ragazzi e farli crescere calcisticamente e umanamente in un ambiente sano, con principi veri e positivi. I risultati sono poi una conseguenza del lavoro che svolgeremo con professionalità e molta dedizione, ma sinceramente è l’aspetto che ci interessa di meno”.

Tu hai già allenato i giovani, quindi non sarà totalmente nuovo per te sederti in panchina…
“Sì, ho già allenato ma in un settore giovanile di calcio a 11. Ho guidato una squadra di Pulcini ed Esordienti per 4 anni, quindi nel calcio a 5 sarà la mia prima esperienza da allenatore, ci metterò tutto il mio impegno e tutta la mia esperienza per far crescere ed aiutare i ragazzi”.

E noi non possiamo non augurarti un grosso in bocca al lupo per tutta la stagione che verrà.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione il 28/07/2020
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,07019 secondi