Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE DIRETTA

Valencia progetto di 5,7 milioni di euro per centro sportivo Benicalap

Valencia presenta un progetto preliminare di 5,7 milioni di euro per la realizzazione del centro sportivo Benicalap

Joan Ribó, sindaco della città, assicura che è un grande passo avanti, ma il vice sindaco lo contraddice: "Non possiamo farci ingannare".

Il consiglio comunale di Valencia e la squadra di calcio del Valencia hanno avuto un contatto importante. Dopo diversi incontri infruttuosi, in cui il consiglio ha duramente attaccato il club per non aver fatto passi avanti, il messaggio trasmesso oggi dal sindaco della città, Joan Ribó, ha cambiato tutto.

Ricordiamo che per scommettere sulle squadre de La Liga o altri importanti campionati nazionali professionistici o dilettantistici di tutta Europa, è possibile utilizzare una piattaforma italiana affidabile, che metta a disposizione quote elevate e un ampio numero di mercati.

Un progetto importante che farà crescere tutta la città

 

Ribó assicura che il club ha presentato un progetto preliminare per la realizzazione del centro sportivo Benicalap, annesso al nuovo Mestalla (ricordiamo che il vecchio Mestalla è in vendita), per un valore di 5,7 milioni di euro e che sarà reso pubblico a breve. Il sindaco assicura che si tratta di un passo avanti importante da parte della società, ma ricorda ad Anil Murthy che l'importante è riprendere i lavori. "Ci hanno spiegato che stanno lavorando alle licenze e ci hanno presentato un progetto preliminare per il centro sportivo Benicalap che presenteranno pubblicamente a breve e che rispetta le caratteristiche che erano state concordate per un valore approssimativo di 5,7mila euro".

Va ricordato che il club ha un mese per non violare l'ATE o per i poteri politici per dargli una proroga che hanno già annunciato in più occasioni che sarà impossibile fino a quando non verranno prese le misure appropriate come l'avvio i lavori. Ribó stesso assicura nella sua dichiarazione che il club gli ha assicurato che stanno lavorando alla costruzione di licenze. "L'importante è riprendere i lavori di Mestalla, ma questo è un passo nella giusta direzione che vogliamo sottolineare dal Comune di Valencia".

"Non possiamo essere ingannati"

Dopo le parole concilianti di Ribó, non ci volle molto prima che comparisse la risposta del vice sindaco della città, Sandra Gómez. "Non possiamo smettere di pretendere che il Valencia adempia ai suoi obblighi. Non possiamo lasciarci ingannare. Il centro sportivo deve essere fatto perché è un obbligo. Non è una novità, mesi fa hanno già parlato con il dipartimento sportivo di questo progetto. Ma non lo si deve fare. è un regalo per la città, ma fa parte dei loro obblighi che tra l'altro avrebbero dovuto già adempiere.

Se qualcuno crede che dovremmo smetterla di pretendere che il Nou Mestalla finisca, non difende né gli interessi della città, né dei tifosi. Quello che resta da fare è un passo deciso che prevede la ripresa della costruzione del Nou Mestalla. È abbastanza ovvio. Pertanto, senza uno stadio, non c'è ATE. Non smetteremo di esigere e se gli obblighi non saranno rispettati, rimarremo fermi e pubblicheremo un rapporto in modo che l'ATE declini. Quindi non lasciamoci ingannare, va fatto il centro sportivo, ma anche lo stadio ", ha detto con enfasi, rendendo molto chiaro il doppio discorso del consiglio comunale.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione il 19/04/2021
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,06665 secondi