Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE DIRETTA

LA FULGINIUM FA CHIAREZZA - Ma tende la mano al Foligno

Dall'ASD Fulginikum riceviamo e pubblichiamo il resoconto della Conferenza stampa del 06.08.2021

CORVIA – L’obiettivo era quello di distendere i toni e il risultato, almeno a quanto sembra, è stato raggiunto. In mattinata si è svolta la conferenza stampa della A.S.D. Fulginium in risposta a quanto detto dai dirigenti del Foligno Calcio lo scorso mercoledì relativamente all’utilizzo dell’impianto di Corvia.

A presenziare anche l’ad del Foligno, Gianfranco D’Angelo, e il dg, l’avv. Pierluigi Petritola. Nel corso della conferenza D’Angelo è intervenuto per far sostenere le ragioni del sodalizio bianco-azzurro relativamente a bollette e rate del mutuo pregresse; dopo un po’ di tensione alla fine le parti, anche dopo l’incontro con la stampa, si sono confrontate in maniera civile e apparentemente serena.

Nei prossimi giorni possibili nuovi incontri per definire un accordo comune per risolvere una situazione che non fa bene a nessuno.

LA CONFERENZA - Il presidente della Fulginium Sante Lini ha tracciato inizialmente un quadro storico degli eventi, partendo dal 2017 (anno in cui la vecchia Pol. Nuova Fulginium ha cambiato nome in Foligno Calcio ed è nata l’A.S.D. Fulginium); in tal senso sono stati spiegati gli accordi di allora per l’utilizzo della struttura di Corvia («accordi legittimi», come ha spiegato il presidente):

«Siamo qui oggi per tutelare noi e i nostri ragazzi. Sono rammaricato perché avrei auspicato che la nuova dirigenza, appena insediata, interloquisse con noi, anche per rivedere eventuali servizi da noi offerti, se non più ritenuti idonei. Il vecchio presidente Fiorucci sembrava propenso, ma ora ovviamente le cose sono cambiate. Abbiamo parlato allora davanti all’amministrazione, a cui abbiamo fornito tutte le documentazioni richieste. Davanti all’assessore siamo stati chiari: vedo tra i presenti il signor D’Angelo (a.d. del Foligno, ndr.) e può confermare che la nostra intenzione è sempre stata quella di continuare una collaborazione a livello sportivo con il Foligno, cosa che ci onorerebbe. Siamo disponibili a 360°: se ci danno un campo ci paghiamo le nostre utenze, i nostri servizi e via dicendo, in base all’utilizzo. Tutte cose dette, ripeto, davanti all’assessore. Non vogliamo stare qui a dispetto dei santi. Noi siamo disposti a tutto, sempre rispettandoci. Un’altra cosa. Sui social vedo tanti attacchi verso di noi: qui si va a colpire la dignità delle persone e bisogna stare attenti. Il nostro obiettivo è sempre quello di trovare una soluzione, confrontandoci e collaborando: voi vogliamo pensare solo al bene dei ragazzi e questo tutelerò fino alla fine».

Come detto, è intervenuto anche l’a.d. del Foligno Calcio, Gianfranco D’Angelo. Non sono mancati i motivi di attrito (inizialmente) in merito al mancato pagamento delle vecchie bollette e del mutuo; ribadendo anche la nullità degli accordi; l’avvocato della Fulginium Raffaello Potalivo ha chiarito che «la nostra disponibilità è per il futuro; il pregresso è relativo al Foligno Calcio. I rapporti tra le due società sono ben delineati. Il mutuo non era un onere a carico della Fulginium, La scrittura privata stipulata nel 2017 a nostro avviso è compatibile con la convenzione del 2010 tra il Comune e il Foligno per Corvia. A questa scrittura, che prevede un uso promiscuo, è sempre stata data piena esecutività senza che nessuno la contestasse. Chiaro che la Fulginium nel tempo non è rimasta gratuitamente, offrendo una serie di prestazioni economiche e materiali. Se queste prestazioni non piacciono più, si possono tranquillamente rinegoziare, siamo sereni e trasparenti. Si potrebbe convivere: il nostro titolo è valido ed efficace».

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione il 07/08/2021
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,14302 secondi