Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE DIRETTA

Le ultime qualificate, le favorite, le curiosità sui Mondiali in Qatar

Le ultime qualificate, le favorite e alcune curiosità sui Mondiali in Qatar.

I primi storici mondiali a non disputarsi d’estate, bensì a svolgersi nelle quattro settimane che precedono il Natale, sono sempre più vicini. Mancano solo cinque mesi al calcio d’inizio della partita tra Senegal e Paesi Bassi, che si svolgerà il 21 novembre. Sarà il primo mondiale a disputarsi in Medio Oriente, mentre è il secondo a tenersi in Asia, dopo quello che si è diviso tra Corea del Sud e Giappone nel 2002.

Come si può notare, il primo match non vedrà coinvolti i padroni di casa del Qatar. Il fatto che a disputare la prima partita non sia né chi ospita il Mondiale, né il Campione del Mondo in carica, è un fatto abbastanza raro. L’ultima volta è avvenuto nel 1954, quando il primo incontro è stato quello tra Brasile e Messico, con l’Uruguay (campione del 1950) e la Svizzera (paese ospitante nel 1954) che non hanno avuto questo privilegio.

La partita tra Qatar ed Ecuador, si svolgerà poche ore più tardi, per rendere più agevole la visione del match ai tifosi della nazione sudamericana, in termini di orario.

Nelle ultime settimane sono stati riempiti anche gli ultimi tre slot rimasti a disposizione, grazie alle ultime partite di qualificazione. A inizio giugno, il Galles ha ottenuto il suo secondo accesso alla fase finale, il primo dal 1958. Negli ultimi giorni invece è stato il turno di Australia e Costa Rica, entrambe alla sesta apparizione.

Ora che abbiamo la lista completa delle 32 squadre che prenderanno il via al ventiduesimo mondiale della storia, e i relativi gironi in cui giocheranno, possiamo iniziare a farci un’idea su quali potranno essere le favorite per la conquista del titolo. Come avevamo anticipato, tra le squadre più forti che hanno decise chance di alzare la coppa c’è sicuramente il Brasile.

La Nazionale verdeoro, che mantiene dal 1994 il record di maggior numero di Mondiali conquistati, non riesce a fare centro da vent’anni, quando – con la doppietta di Ronaldo contro la Germania – il Brasile ha alzato per la quinta volta la Coppa a Yokohama, in Giappone.

Nonostante la lunga attesa che ci aspetta per il via della competizione, sono già online le scommesse mondiali, sui maggiori bookmaker con licenza ADM.

Ovviamente, un’altra squadra da tenere sotto controllo sarà la Francia, ovvero la nazionale che ha portato a casa il titolo nell’ultima rappresentazione, tenutasi in Russia nel 2018. La formazione allenata da Didier Dechamps ha conquistato il secondo titolo – proprio vent’anni dopo il primo – battendo la Croazia per 4-2.

Chi cercherà invece di ritagliarsi un piccolo spazio tra le grandi e storiche nazionali che hanno contraddistinto questa competizione, oltre al già citato Galles e ai padroni di casa del Qatar – alla prima partecipazione ai Mondiali – c’è anche il Canada.

La selezione nordamericana, così come il paese britannico, ha ottenuto il pass per la fase a gironi dopo diversi decenni, anche se ha dovuto aspettare meno tempo rispetto ai rivali d’oltreoceano. Il Canada, infatti, non conquistava la qualificazione ai Mondiali dal 1986, unica partecipazione finora in questa competizione.

E se per il Galles andò modestamente bene, ottenendo il passaggio ai quarti (partita che li ha buttati fuori a causa della sconfitta contro il Brasile), non si può dire altrettanto per il Canada, che invece fu eliminato già nella fase a gironi, occupando il quarto posto con zero punti, zero gol segnati e cinque subiti.

Poi c’è la grande esclusa che, per la seconda volta consecutiva, sarà costretta a seguire i Mondiali dal divano di casa. Stiamo parlando dell’Italia che così come nel 2018 – ai tempi contro la Svezia – è stata esclusa nelle qualificazioni, questa volta a vantaggio della Macedonia del Nord, poi eliminata dal Portogallo.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione il 17/06/2022
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,03168 secondi