Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE DIRETTA

PASSERI CREDE NEL PONTE FELCINO: "Ma non pensiamo di aver già vinto!"

STEFANO BAGLIANI

PONTE FELCINO - Vola il Ponte Felcino del presidente Roberto Passeri. Lo scorso anno la Promozione sfumò nelle battute finali e poi negli spareggi intergirone delle vincenti i play off, ma arrivò la Coppa Primavera che però non fu sufficiente per il salto nella categoria superiore. Quest'anno l'obiettivo grosso è proprio la salita nella serie B dell'Umbria dalla quale manca dal 1987 e al momento è la protagonista assoluta del girone A con 7 punti di vantaggio sulle dirette inseguitrici, FC Castello San Secondo e Umbertide Agape, anche se quest'ultimo team ha una gara in meno.

Presidente, chi teme maggiormente tra le due che sono alle spalle?
"L'Umbertide Agape più dell'FC Castello S.Secondo, gli umbertidesi hanno una rosa più importante e propone anche un calcio migliore a mio giudizio."

Domenica in casa dei Tigrotti Morra, team competitivo e in piena lotta play off!
"Gara tostissima, hanno un gran bel pubblico, caloroso. E' un mini ciclo di tre gare che ci vedrà poi contro Casa del Diavolo e Ponte Pattoli, tutte gare impegnative. Se le superiamo..."

Non ci sono scontri diretti da qui alla fine con le squadre in questione, può essere un vantaggio?
"No assolutamente, guardiamo partita per partita anche perchè sono tutte molto difficili, le squadre hanno tutte un obiettivo da rincorrere e non c'è gara facile, chi deve salvarsi, chi vuole arrivare nei play off. Noi dobbiamo solo pensare a noi stessi e fare il meglio possibile".

Domenica avete offerto l'ennesima grande prova contro il Real Padule!
"Si è vero, una gran bella prova, con un risultato rotondo, ma anche quando abbiamo vinto con un gol di scarto non abbiamo mai rischiato granchè. Del resto i numeri sono un po' tutti dalla nostra parte, forse ci manca qualche gol."

Cosa non dovete sbagliare da qui alla fine?
"Non dobbiamo mollare un centimetro e pensare che sia fatta. Ma i ragazzi lo sanno benissimo, così come sono concentrati il tecnico e tutte le componenti della società. E' un bel gruppo, tenacemente sul pezzo, non dobbiamo sederci e tenere alti i ritmi".

Quanta voglia c'è in lei e nell'intero ambiente di riportare i colori gialloblù in Promozione che manca da tanto, troppo tempo?
"Con il direttore avevamo fatto un programma biennale. L'anno scorso non ci siamo riusciti davvero per poco, quest'anno siamo vicini e per esserlo abbiamo fatto anche degli investimenti, costruendo una rosa di 26 elementi tutti di grande valenza tecnica ed affidabilità, fatta reggere fino alla fine della stagione. Dopo 22 anni di presidenza spero di potermi prendere questa bella soddisfazione; io e tante altre persone siamo in società ormai da 22 anni, siamo partiti dalla Terza e ci abbiamo messo sempre tanto amore e passione".

Qual è il segreto per restare così a lungo alla guida di un club?
"Avere sempre lo stesso entusiasmo di quando ho cominciato. Si purtroppo è quello che mi frega - ci scherza su - anche perchè le cose nel tempo si sono complicate molto, soprattutto a livello amministrativo. In certi casi siamo alla stessa stregua del professionismo, ma con una differenza sostanziale: loro prendono contributi, noi invece niente!"

Riccardo Bruschi e Gianluca Tesorini, un tandem che funziona alla grande!
"Sono entrambi dei numerto uno! Gianluca Tesorini, il direttore, ha una conoscenza calcistica di altri tempi, mister Bruschi è una persona preparatissima, lavora molto con i ragazzi e i suoi allenamenti non sono mai banali e in 22 anni ne ho viste di sedute nel corso delle settimane. Con lui vedo uno sviluppo piacevole degli allenamenti e lo è anche per noi dirigenti, che ci fermiamo sempre fino alla fine. E poi i ragazzi sono sempre presenti, pochissime assenze, uno spogliatoio che risponde alla grande!"

Print Friendly and PDF
  Scritto da Stefano Bagliani il 28/02/2024
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,09015 secondi