Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE

FAIR PLAY A PARLESCA Segna con giocatore a terra, restituisce il gol

Succede nella sfida di campionato contro il Valfabbrica

PARLESCA - "E'un gesto normale, in fondo, il più normale del mondo. Ma il fatto che se ne parli vuol dire che non è poi così normale, che non tutti lo fanno". Andrea Palmerini, capitano del Parlesca, parla di quanto accaduto nel match contro Il Valfabbrica (Seconda categoria girone B). Succede questo: mancano 10' alla fine e le due squadre sono sul 2-2, quando si accende uno scontro in area nel quale ha la peggio un giocatore del Valfabbrica che resta a terra. L'arbitro Massino di Perugia fra proseguire e il portiere del Valfabbrica nel tentativo di buttare la palla in fallo laterale, la manda in angolo.

C'è ancora un poì di parapiglia dopo lo scontro, confusione in area e così il giocatore del Parlesca deputato a battere il corner non si accorge che veniva dal portiere nel tentativo di buttare fuori la palla. Batte l'angolo, la palla rimbalza sulla schiena di un giocatore del Valfabbrica e da lì carambola nella propria porta. 

"A quel punto avremmo potuto sfruttare il vantaggio - dice Palmerini - ma ci siamo guardati in faccia e ci siamo detti che avremmo vinto forse la partita, ma l'avremmo fatto in maniera non del tutto onesta. Così mi sono preso la responsabilità a nome del Parlesca di far segnare il Valfabbrica. Abbiamo battuto la rimessa in gioco e lasciato partire l'attaccante (Carpinelli ndr), il nostro portiere si è spostato e l'ha lasciato segnare: è finita così e va bene".

A fine gara, solo applausi: "Ce li ha fatti il Valfabbrica e anche l'arbitro, al momento del gesto ed a fine gara. E' stata una partita accesa, con tensione agonistica alta, però l'abbiamo fatto volentieri perchè questo è lo spirito del Parlesca, la correttezza ed il fair play. Non ci sarebbe piaciuto vincere diversamente".

Fonte: La Nazione

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione il 28/11/2017
Tempo esecuzione pagina: 0,83083 secondi