Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE

BIANCHI RILANCIA: "Peccato la Coppa, Tiferno riprendiamoci subito!"

CITTA' DI CASTELLO - L'indomani dell'uscita di Coppa Italia è un giorno ancora amaro in casa Tiferno 1919, di rammarico, però anche di rinnovati propositi visto che becchiamo il direttore genarale del club, l'avvocato Michele Bianchi (nella foto), intento a guardare l'amichevole della Juniores di Bistarelli.
"Assolutamente piacevole e frequente, il nostro è un progetto ampio e ci piace seguire tutto e fare le cose al meglio."

Un progetto dove per voi sarebbe meglio 'abolire' il Marra San Feliciano che l'altra sera ha confermato di essere la vostra bestia nera e vi ha buttato fuori dalla Coppa!
"Una qualificazione purtroppo buttata via all'andata, abbiamo fallito tanti gol e regalato episodi decisivi. Onore al Marra però, anche se meritavamo altra sorte. La nostra è una società che vuole onorare al meglio tutti gli impegni, ci tenevamo a passare, vogliamo sempre giocare per vincere, ci sono volte che riesce a volte no e quando sbagli, paghi a caro prezzo. C'è dispiacere per il mancato passaggio del turno, ci credevamo".

Amarezza di Coppa Italia comunque mitigata da quanto di buono state facendo in campionato!
"Ora ci rituffiamo in campionato con la determinazione di sempre e anche di più!"

Ultimamente partite un po' lenti: come mai questi approcci?
"In realtà domenica eravamo partiti benissimi, con due grandi occasioni, poi una loro prodezza ha sbloccato il match e una nostra disattenzione ha permesso il raddoppio."

Dove può migliorare questo Tiferno?

Free Image Hosting at FunkyIMG.com
"Unico rimprovero da fare ai ragazzi è una maggiore attenzione sui calci da fermo, occorre migliorare da questo punto di vista. Però è anche vero che noi giochiamo sempre per imporre il nostro gioco, ci lavoriamo tanto, grandi ritmi ed intensità, ci piace vedere un bel calcio e questa voglia di fare, di dimostrare, a volte ci fa perdere un po' di lucidità. A mister Santececca il compito di lavorare e migliorare questo aspetto, lavoriamo sempre duro specie nei momenti in cui le cose vanno bene per affrontare al meglio i pochi momenti (spero) complicati che si presenteranno".

Facendo un passo indietro: quanto è stato bello domenica vincere con quella rimonta?
"E' stato semplicemente fantastico, al gol del 3-2 lo stadio è esploso, confermando la splendida empatia che si è creata tra squadra, società e pubblico. Una vittoria inseguita e voluta a tutti i costi, l'abbiamo cercata per tutto il secondo tempo e anche il pubblico ha incoraggiato i ragazzi con grande calore: vogliamo che la gente la squadra la senta sua e direi che siamo sulla buona strada, tutto l'orgoglio tifernate per la squadra".

Domenica prossima a Corciano, sembrerebbe tutto facile...
"Per carità, sono proprio queste le gare più difficili, guai a sottovalutare l'avversario. Arrivano da un cambio di mister, ognuno di loro cercherà di dimostrare al nuovo allenatore di meritare una maglia. Però sia ben chiaro che noi andiamo a Corciano per riprendere il cammino e metterci alle spalle l'eliminazione in Coppa, tutto questo con grande umiltà ma siamo il Tiferno e scendiamo in campo sempre per provare a vincere".

Fonte: Il Corriere dell'Umbria

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione il 19/10/2018
Tempo esecuzione pagina: 0,78625 secondi