Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: RISULTATI CLASSIFICHE STATISTICHE COPPE DIRETTA

SERIE A, STASERA VIA ALLA SUPERCOPPA 2024 - Lo sapevate che...

Con la prima semifinale Napoli-Fiorentina si apre questa sera a Riad il mini-torneo della Supercoppa italiana che vara la nuova formula a quattro squadre: le prime due classificate nel campionato scorso di Serie A (Napoli e Lazio) e le due finaliste di Coppa Italia (Inter e Fiorentina). Domani la seconda semifinale tra Inter e Lazio e lunedì la finalissima tra le squadre vincenti.

LO STADIO - Teatro delle tre partite, che inizieranno alla stessa ora (ore 22 locali, le 20 in Italia), sarà l’Al-Awwal Park Stadium, impianto che ospita le partite casalinghe dell’Al-Nassr di Cristiano Ronaldo, attualmente secondo nel campionato arabo, alle spalle dell’Al-Hilal di Sergej Milinkovic-Savic. L’impianto, inaugurato nel 2015, può ospitare 25.000 spettatori, ma non sarà pieno. Attesi più spettatori per l’esordio dell’Inter e per la finale di lunedì.

RICORDI - Lo stadio stimolerà buoni ricordi ai tifosi della Lazio che su questo campo vinse la Supercoppa 2019 battendo la Juve per 3-1. Non a Maurizio Sarri, però, che stava sulla panchina degli sconfitti. Su quella dei vincitori sedeva Simone Inzaghi, attuale tecnico dell’Inter.

CI SARA' ANCHE IL CT - Arriva Spalletti Previsti circa trecento sostenitori dall’Italia. L’a.d. della Lega Calcio, Luigi De  iervo, ha annunciato l’impegno a studiare una serie di convenzioni con compagnie aeree e strutture alberghiere per rendere più economico il trasferimento dei tifosi a sostegno delle squadre nelle prossime edizioni della Supercoppa in Arabia. Intanto, come tradizione, è previsto lo sbarco di rappresentanti del nostro calcio ed ex giocatori per la finale di lunedì. Tra gli altri: Casini, presidente della Lega Calcio; il designatore arbitrale Rocchi, il presidente dell’Aia, Pacifici; l’ex presidente federale, Antonio Matarrese. Tra i dirigenti di club: Scanavino (Juve), Blazquez (Genoa), Souloukou (Roma), Campoccia (Udinese), Fenucci (Bologna), Carnevali (Sassuolo). Con il c.t. della Nazionale, Spalletti, saranno in tribuna Del Piero, Vieri, Cannavaro, Materazzi, Di Biagio, Candela, Zambrotta, Brocchi, Ferrara e Toni.

IL PREMIO - La squadra che lunedì solleverà la coppa intascherà un premio di 8 milioni di euro. Alla finalista sconfitta ne andranno 5, mentre le due sconfitte in semifinale riceveranno un gettone di partecipazione di 1,5 milioni. Viaggio lungo, partite ravvicinate, ma, se non altro, il caldo non fa problema. Per l’ora della partita, è atteso questa sera un abbassamento della temperatura fino a 10°.

NIENTE SUPPLEMENTARI - In questa Supercoppa non è mai prevista la disputa dei tempi supplementari. Sia nelle due partite di semifinale, sia nella finale, al termine dei novanta minuti regolamentari l’arbitro farà immediatamente eseguire i calci di rigore utilizzando il consueto regolamento del calcio.

QUANTO GUADAGNANO GLI ARBITRI - Il compenso per gli arbitri che dirigeranno le semifinali è uguale a quello per chi dirigerà la finale, e ammonta a 4.000 euro. Agli assistenti andranno 1.400 euro, al quarto uomo 500 euro. È invece di 1.700 euro invece per il VAR, 800 per l’AVAR.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Stefano Bagliani il 18/01/2024
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,03861 secondi